ROMA - Da alcuni anni le compravendite sono ripartite, con numeri che non si vedevano dal 2011, ma che tipo di casa o appartamento può comprare chi dispone di un budget medio, di 200.000 euro? Se lo chiede Tecnocasa, in un'indagine che esclude i quartieri più costosi e si concentra nei dieci principali capoluoghi di provincia italiani. La differenza tra quello che ci si può permettere da una città all'altra è notevole: si va dai 66 metri quadrati di Roma, che risulta quindi la città più cara d'Italia, ai 171 di Palermo, che risulta dunque la città con il mercato immobiliare più abbordabile.

Tra l'altro le possibilità a Roma si riducono ulteriormente se da un quartiere di media periferia si cerca casa al centro: in questo caso i metri quadri acquistabili con 200.000 euro diventano 37. Stessa forte differenza a Milano, la seconda città più cara: si passa dai 74 metri quadri di un quartiere medio ai 34 del centro storico. Mentre a Firenze le differenze tra il centro e la periferia incidono di meno sul prezzo finale: infatti in un quartiere medio con lo stesso budget si acquistano 78 metri quadri e al centro 60.